Orfini e lo shopping di Gramsci

orfini

I record sono fatti per essere battuti. Nella porno-politica, sport in continua crescita da almeno venti anni, quello della Santanchè che paragona Nicole Minetti a Nilde Jotti sembrava destinato a durare parecchio; invece è stato stracciato, l’altra sera, dal grigio Matteo Orfini, il quale, a domanda sul tetto del contante a 3.000 euro, tira in ballo Antonio Gramsci e la storica questione dell’egemonia. Un carico da undici. Il tocco del fuoriclasse che non ti aspetti da un gregario.

Difficile contare i vecchi comunisti morti di infarto nel corso della serata, però bisogna rendere merito al talento di questo ragazzo brutalmente invitato dal ruvido professor Cacciari ad emigrare ad Orbetello. Oggi, grazie all’imprescindibile download degli aggiornamenti orfiniani, è possibile affermare una nuova visione gramsciana dell’egemonia culturale: il popolo in piazza, armato di rotoloni da 3000 euro, pronto ad assaltare il Palazzo d’Inverno e, coi saldi, anche quello della Mezze Stagioni. Per il Grande Balzo dei consumi e del socialismo. Coi berluscones che stanno a guardare: sconfitti, increduli, smarriti. Non fosse morto giusto 40 anni fa, Pier Paolo Pasolini scenderebbe coraggiosamente in campo, a svelare le tappe e i segni del grande cambiamento. Naturalmente dopo aver provveduto alla revisione critica della sua più famosa opera poetica: Le cómpere di Gramsci, tutte in contanti.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ElzeVirus, Politica italiana e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...