Mikhail Shishkin – L’anima russa è un’anima morta

Mikhail ShishkinE così nel nuovo impero russo s’insinua l’idea sediziosa che non esista alcuna anima russa. C’è piuttosto una banda di corrotti che ha preso in ostaggio il Paese. C’è la televisione contaballe. C’è la fetida Duma che esala leggi asfissianti. C’è il terrore dell’unico uomo che invecchia al Cremlino. C’è l’usanza nazionale di leccare gli stivali ai più forti. C’è lo slogan «Crimeanostra». C’è la credenza immarcescibile che diavolo e demoni abbiano assunto le sembianze degli Usa e dell’Europa. Ci sono le ruberie generalizzate dei burocrati. Ci sono i tribunali con cui è meglio non avere a che fare. C’è la lotta alla corruzione, al motto gogoliano «chiedi per quel che ti spetta». C’è l’umiliazione della dignità umana ovunque: strade, istruzione, medicina, pensioni. E infine c’è la popolazione che sopporta tutto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in articoli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...