Il caso Salvini e i panini del capitale

Il simplicissimus

salvini a doppio slalomCredo che la cosa più esatta e interessante su Salvini l’abbia detta Alessandro Robecchi, riprendendo e adattando una vecchia barzelletta: “ci sono venti panini sul tavolo, i ricchi ne mangiano diciannove e lui urla ai poveri: ehi, attenti! I rom stanno mangiando il vostro panino! Antichissima pratica di far scornare i penultimi con gli ultimi, stando ben attenti ad essere i primi della fila”.

Ed è ovvio che Salvini, invece di evolversi, ritorni alla fine sugli argomenti xenofobi che sono stati il cuore nero della Lega da quando Roma ladrona è diventata la mammella alla quale si è avidamente abbeverato il partito. Non ha altra scelta perché il movimento ha sempre praticato un ultra liberismo di sapore provinciale, piccolo borghese e bottegaio con tutti gli ammenicoli dell’antistatalismo tout court, dell’antistato sociale, dell’anti tasse, dell’anti regole e del favore accordato ad ogni e qualsiasi privatizzazione: la sola battaglia contro l’Europa e l’euro, prodotti essi stessi della…

View original post 523 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...