I Predoni del Codesto

carlo martelloLo ricordo ancora, il maestro delle elementari che ci iniziò agli schemi del calcio, al fumo nella nube tossica delle sue nazionali senza filtro ed alla regola  semplice dell’aggettivo dimostrativo: questo, vicino a chi parla; codesto, vicino a chi ascolta; quello, lontano da chi parla e da chi ascolta.

La nostra classe politica è stata indubbiamente formata da cattivi maestri, dato che nei suoi discorsi impera, incontrastato,  il questo. Nell’acme delle  tirate retoriche dei politici arriva sempre – puntuale, inesorabile, accorato – il richiamo ai destini di “questo paese”, destini che immancabilmente si incrociano coi loro affari. La dichiarazione di un deputato di SEL (sinistra surreale) è un esempio da manuale: «Noi pensiamo che l’abolizione di Equitalia non sia la priorità di questo paese». Ed ha perfettamente ragione, perché questo paese (vicino a chi parla) non annaspa certo tra bollette e tasse arretrate, ovvero i problemi tipici di codesto paese (vicino a chi ascolta ed alle grinfie di Equitalia). Quindi cazzi nostri, come ci ricorda il Renzi – proprio lui, ironia della sorte, il giullare delle Contrade del Codesto! – che trova il selfie della realtà mortalmente palloso. Per noi sudditi (il termine cittadino col suo corollario di diritti è ormai più desueto del codesto) rimane l’enorme, irrisolto problema della riappropriazione delle parole spogliate dalle incrostazioni del potere, perché senza il dominio sulle parole non sarà mai all’ordine del giorno la questione del come e del quando mandarli a quel paese, inteso come un posto senza ritorno, da sempre malinconicamente lontano da chi parla e da chi ascolta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ElzeVirus e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...