28 giugno 1914: il giorno in cui iniziò il Secolo breve

Anche a Praga sono le cinque della sera, e al Café Louvre i clienti abituali arrivano uno dopo l’altro. Al suo solito tavolo il giornalista e scrittore Karel Čapek sta leggendo il giornale della sera, aspettando un’amica. La porta del bar emette l’ennesimo cigolio — succede ogni volta che qualcuno entra — Čapek si distrae dalla sua lettura e alza lo sguardo pensando di incrociare quello dell’amica, che è già in ritardo. Ma non è lei a entrare, è un uomo dai tratti spigolosi e lo la faccia stravolta. Si chiama Franz Kafka, è tornato da poco da un soggiorno a Berlino, non dorme da 48 ore e sta passando uno dei mesi più duri della sua vita. leggi l’articolo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in articoli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...