Dice che…

battiatoDice che Bersani non ha i numeri. E pretende di vedersela con due vecchi comici.

Mai fidarsi dei banchieri, dice. Aveva ridato credibilità internazionale all’Italia, coprendo col loden un Paese in giarrettiera. Ora, dopo la vicenda marò e annessa figura di merda planetaria, se l’è ripresa tutta. Con gli interessi.

Dice che ieri era mesto e scazzato, il Professore. “Questo governo non vede l’ora di andarsene”. C’è voluto un anno e mezzo di prove tecniche per trovare la sintonia coi cittadini.

Dice che il futuro è incerto e pieno di insidie. Niente governo, povertà in crescita, lo spread sempre più arrapato. Resistono a fatica le certezze del passato: il nuovo ufficio di presidenza della Regione Lombardia su cinque membri ha tre indagati. Maroni, almeno tu, continua a farci sognare!

Dice Battiato che il Parlamento è pieno di troie disposte a tutto. Scoppia il putiferio: è il linguaggio sconveniente che offende l’Istituzione, non le decine di troie – maschi e femmine – che la infestano. Due volte grazie al cantautore siciliano: per aver squarciato il velo dell’ipocrisia e per aver scritto un brano finalmente comprensibile.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in take five. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...